Radiofrequenza (metodo ClosureFast™/Venefit™)

Il principio di applicazione del metodo ClosureFast® si basa sul fatto che il catetere una volta posto all’interno della grande safena o piccola safena riscalda la parete interna del vaso tramite una spirale che si trova sulla sua punta e sigilla così la vena eliminandone il reflusso. L’asportazione chirurgica della vena non è più necessaria dato che l’organismo trasforma poi il vaso in tessuto ciatriziale.

Preparazione

Una particolare preparazione all’intervento non è necessaria, il paziente non deve essere necessariamente a digiuno. Consigliamo un’abbigliamento comodo dato che dopo l’intervento viene messo un bendaggio comprimente.

Svolgimento

Le varici vengono dapprima segnate con un pennarello indelebile per facilitarne l’identificazione anche con paziente supino, poi si localizza la grande safena o la piccola safena tramite ecodoppler. Il vaso viene punto sotto il ginocchio oppure, nel caso della piccola safena, sotto il polpaccio. Il catetere ClosureFast® viene in seguito piazzato tramite un introduttore e posizionato sotto controllo ecografico all’inguine nel caso della grande safena oppure fino al ginocchio nel trattamento della piccola safena.

In prossimità della vena viene poi iniettato un composto di soluzione salina mista ad anestetico locale e adrenalina che ha il compito di rendere indolore l’intervento, comprimere la vena ed impedire un eccessivo sanguinamento.

Nell’arco di pochi minuti si retrae così il catetere che, riscaldandosi fino alla temperatura di 120° Celsius, sigilla la vena sezione dopo sezione.

Sempre nella stessa seduta si può poi asportare le varici segnate in precedenza tramite miniflebectomie.

Rischi ed effetti collaterali

Il rischio di lesioni è estremamente basso. Il alcuni casi si evidenzia la lesione di piccoli nervi cutanei che possono portare ad’una diminuzione di sensibilità nell’area interessata. Questo disturbo è solitamente un problema passeggero e scompare nella maggior parte dei casi dopo alcuni mesi. Si possono formare ematomi interni che si presentano come lividi o versamenti che svaniscono nel giro di settimane.

In casi molto rari si può assistere ad una riapertura, delle volte anche solo parziale, della vena trattata. In questo caso si può ripetere la procedura di termoablazione oppure passare all’intervento chirurgico tradizionale di stripping.

Il trattamento di termoablazione può portare ad’una leggera diminuzione di sensibilità nell’area interna della caviglia che, generalmente, svanisce del tutto dopo alcuni mesi.

Cosa succede con la vena trattata?

La vena sigillata tramite metodo ClosureFast® viene riassorbita dall’organismo e trasformata in tessuto connettivo cicatriziale. All’esame ecografico dopo 1 anno dal trattamento la vena obliterata di solito non è più visibile.

Vantaggi
Svantaggi
  • Trattamento miniinvasivo e praticamente indolore
  • Perdita ematica irrisoria
  • Risultato estetico ottimale
  • Terapia ambulatoriale senza degenza ospedaliera
  • Ripresa rapida della normale attività fisica
  • L’applicazione dell’anestesia locale necessita di svariate iniezioni.

 

Esperienza attuale col metodo ClosureFast®

Dal 1998 ad’oggi sia negli USA che in Europa sono stati trattati milioni di pazienti affetti da varici con il metodo ClosureFast®.

I risultati sono paragonabili al metodo chirurgico classico di stripping. Diversi studi randomizzati hanno però evidenziato che riguardo alla durata del decorso postoperatorio, al dolore generato dal trattamento e al tempo di ripresa dell’attività fisica normale il trattamento di termoablazione offre risultati nettamente superiori.

Al momento non esiste il modo di curare la predispozione genetica che è alla base dello sviluppo della malattia, è quindi possibile che successivamente a ogni tipo di terapia dopo anni oppure decenni nuove varici si riformino. Queste varici recidive possone essere nuovamente trattata con tecniche endovenose oppure tramite ecoscleroterapia riducendo sostanzialmente i rischi legati ad’un ulteriore intervento chirurgico classico. from VIDEOminutes GmbH on Vimeo.