Varici recidive

Vene varicose recidive si possono presentare dopo ogni forma di trattamento effettuato in precedenza. In generale prendono origine dall’inguine dopo un’intervento chirurgico di stripping oppure dalle vene perforanti che comunicano tra il sistema venoso superficiale e quello profondo (venae perforantes).

Il motivo può nascondersi dietro una terapie non del tutto riuscita ma vista la componente genetica della malattia è molto probabile che sia questa la causa delle recidive.

Secondo il metodo chirurgico convenzionale le recidive vengono rioperate in modo più radicale del precedente, spesso andando in contro a rischi operatori maggiori. Nella terapia delle recidive noi preferiamo, anche per questo motivo, sfruttare le tecniche miniinvasive di termoablazione spesso in combinazione con la miniflebectomia e con le tecniche di ecoscleroterapia.

Suggerimento

Cosigliamo ai pazienti affetti da forme di varicosi importanti di sottoporsi a controlli periodici dopo qualsiasi tipo di trattamento. Suggeriamo di eseguire il primo esame a distanza di un’anno dall‘intervento, poi ogni due anni. In questo modo si riesce ad individuare in tempo utile eventuali recidive che possono essere eliminate facilmente con poche sedute di ecoscleroterapia.