Come si formano le varici?

Nel sistema venoso sano le valvole all’interno delle vene assicurano con una chiusura ermetica delle stesse un corretto ritorno di sangue verso in cuore. Grazie a questo meccanismo il sangue viene trasportato a prescindere dalla forza di gravità che agisce sui vasi.

Quando le valvole perdono la loro funzione il sangue refluisce verso il basso creando una situazione di scompenso con stasi venosa. La parete delle vene si assottiglia, le vene si dilatano e assumono un’aspetto tortuoso. Da ciò deriva il caratteristico aspetto delle vene varicose (varici) visibili esternamente.

L’ipertensione venosa comporta col passare del tempo una secrezione die proteine e particelle sanguigne nei tessuti circostanti con formazione di edema, senso di pesantezza, indurazione e pigmentazione cutanea. Questo fenomeno si riscontra principalmente all’altezza della caviglia.

L’obbiettivo finale di ogni trattamento deve quindi essere l‘eliminazione dell’ipertensione e del reflusso venoso.